Sport: Professionalità e innovazione. Prevenzione e riabilitazione. Un successo ad Ostra

È stato un incontro all’insegna della professionalità e dell’innovazione quello tenutosi la mattina di sabato 3 Dicembre ad Ostra, organizzato dalla Polisportiva col patrocinio del Comune.
Il dott. Emanuel Giulian ed il dott. Renzo Nobilio, con la partecipazione di Agnese Testadiferro, si sono destreggiati molto bene, facendo una panoramica completa dei temi inerenti alla prevenzione e alla riabilitazione per infortuni sportivi e non solo.

3-dicembre-ostra

Quando si parla di infortuni, ci si può imbattere in molteplici cause e non sempre la prevenzione ti mette al sicuro (vedi trauma da impatto). Ma se pensiamo a quelle volte in cui ci si fa male da soli, la musica cambia. Il dott. Emanuel Giulian ci spiega da subito che tutti dovrebbero fare esercizi di prevenzione, dall’atleta professionista al dilettante, amatori e non sportivi, senza distinzioni di età, perché tutti fisiologicamente uguali. Da preparatore atletico e massofisioterapista che collabora con sportivi di tutti i livelli, ci ha parlato di alcuni suoi casi, spiegandoci le tecniche che fanno parte del suo modo di lavorare e sottolineando più volte l’importanza di non improvvisare mai. Allenamenti mirati al rafforzamento muscolare e al miglioramento posturale e propriocettivo, sono alcune delle tecniche che impiega.
La prevenzione vede nella fisiologia e nei sistemi che la compongono il principale protagonista: ecco che diventa importante effettuare periodicamente check up completi e controllare tutto, a partire da vista, udito, denti, piedi e postura per eliminare eventuali adattamenti fisiologici che possono influire nel corretto funzionamento della macchina uomo: pensa cosa succederebbe se ci fosse un problema ad un piede. Tutto l’arto lavorerebbe male, con conseguenti adattamenti che avrebbero ripercussioni sull’anca, che andrà a sua volta a creare nuovi adattamenti sulla colonna vertebrale e cosi via.
Particolare interesse c’è stato quando si è parlato dell’importanza di intervenire fin da piccoli: per un bambino ad esempio, giocare all’aperto, andare a scuola a piedi, camminare scalzo, rappresentano un vero toccasana in ottica di rafforzamento del sistema muscolare e propriocettivo.

La seconda parte della mattinata vede protagonista Renzo Nobilio: fisioterapista osteopata e posturologo. Ex giocatore di rugby e cofondatore della scuola di specializzazione di fisioterapia, posturologia e osteopatia di Chieti è oggi titolare dello studio Thetis di Chieti.

Sottolinea sin da subito l’importanza del ruolo della fisiologia anche nella riabilitazione, di cui si dimostra grande conoscitore, parlando di sistema linfatico, postura, ph, infiammazioni e di.. oki: lo sai che per coprire un sintomo rischi di causare seri danni allo stomaco?!
La mattinata scorre bene tra un siparietto e l’altro che rallegra l’evento.
Nobilio ci spiega come sia fondamentale effettuare un’anamnesi iniziale approfondita, che può durare anche un ora, ma che risulta essere la prima tappa fondamentale di una riabilitazione ben fatta.
Un aspetto che contraddistingue Renzo Nobilio è l’impiego di tecnologia: è solito monitorare con ecografia il suo lavoro prima e dopo, riuscendo a verificare subito l’effettiva efficacia del trattamento.
Ma non finisce qui: è uno dei pochi ad impiegare MICROCORRENTI! Questo metodo, che prevede sia trattamenti manuali che domiciliari grazie a speciali apparecchiature anche indossabili, abbinato alla sua profonda conoscenza nella fisiologia, gli permettono di fare la differenza e ridurre sensibilmente i tempi di recupero.
La mattinata termina con le domande del pubblico che si dimostra, nonostante un’affluenza non esagerata, molto interessato.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...