Ti alleni nel modo corretto? Te lo dice il metabolismo!

Continua il lavoro di sviluppo in collaborazione con Leopoldo e JVL sull’applicazione delle microcorrenti nello sport, con particolare attenzione nel ciclismo.

Nell’ultimo periodo Leopoldo oltre al monitoraggio dei dati classici (frequenza cardiaca, watt erogati, …) ha inserito anche quello riguardante lo stress metabolico.

Per fare ciò sta impiegando uno strumento innovativo di ultima generazione.

Si tratta di un misuratore di pressione, più precisamente uno sfigmomanometro, e rileva la pressione massima, la pressione minima ed il battito cardiaco.

superop02.png

La misurazione viene fatta a riposo, ossia al mattino appena svegli, e ci permette di avere una valutazione della condizione organica tramite sensori indossati al polso e collegati ad un app dello smartphone.

Lo sportivo con queste misurazioni può tenere sotto controllo lo stress metabolico e la ricettività organica, potendo così valutare se il carico di allenamento è adatto, è troppo leggero o troppo pesante.

superop01.png

Un allenamento apporta beneficio solo se è adeguato alla tua condizione.
Un carico eccessivo è dannoso mentre un carico troppo leggero non stimola sufficientemente l’organismo.

Con un monitoraggio di questo tipo conosci sempre la tua condizione organica così, ogni giorno puoi gestire al meglio durata ed orari di allenamento, modulare carichi e recupero per ottenere il massimo risultato dall’allenamento.

Proprio in questa fase di monitoraggio abbiamo avuto importanti riscontri con l’impiego delle microcorrenti e, dopo aver già parlato dell’efficacia di BabySportBh in termini di DOMS e supercompensazione, oggi possiamo dimostrare la sua efficacia sul metabolismo: nel periodo di utilizzo del dispositivo si è riscontrato, infatti, un minor stress metabolico ed una maggiore ricettività organica, che equivale a dire migliori prestazioni e migliore efficienza dell’organismo a carichi importanti.

Un lavoro simile può essere svolto anche monitorando il pH della saliva, ad esempio, prima e dopo l’allenamento con delle semplici cartine tornasole: anche in questo caso è possibile avere riscontri pressoché simili con forte abbassamento di pH (acidosi) in caso di forte stress metabolico!

Stressossidativo

Da non sottovalutare il fatto che lo stress metabolico, detto anche stress ossidativo, causa un più veloce invecchiamento cellulare:

hai mai sentito parlare di radicali liberi?!

slide_3

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...