Pubblicato in: Alimentazione, Bellezza, Benessere, My Blog, News, Prodotti funzionali - Integratori alimentari

È primavera. Priorità n°1: depurati! Ti dico perché!

Lo so che anche tu non vedevi l’ora che arrivassero le belle giornate per uscire e passare qualche ora all’aperto!

Proprio in questo periodo c’è un risveglio, quasi magico, che ti spinge ad uscire dopo le brevi e grigie giornate invernali: è proprio ora che si cominciano a muovere le energie e con esse tutti quei processi di eliminazione delle tossine accumulate durante l’inverno.

Si, questo è il momento ideale per iniziare una cura depurativa per aiutare il tuo corpo!

Quello della depurazione è il primo passo da fare anche nel caso volessi perdere qualche kilo in vista della prova costume!

 

Tutta questione di energia: ce lo insegna la tradizione Cinese e spiega molte cose.

Con l’inverno alle spalle e con esso la staticità, i cibi, l’accumulo spesso di peso, la tendenza indotta dalla stagione alla sedentarietà fanno si che l’organismo si trovi intossicato da tutte le tossine accumulate.

Non capita anche a te di impigrirti d’inverno?

In questa fase il Fegato è l’organo più sollecitato: un complesso laboratorio biochimico che elabora una quantità enorme di sostanze e le prepara per la loro eliminazione attraverso i reni o attraverso il sudore.

Fefato-Acqua-Kangen

Un organo che nella medicina popolare è sempre stato oggetto di cure e di sostegno, ma che la medicina in giacca e cravatta non degna più dello stesso interesse, se non da un punto di vista biochimico.

Ma torniamo alla depurazione primaverile: un tempo si usava raccogliere Tarassaco, consumandolo crudo e cotto, lo si essiccava, coi fiori se ne facevano sciroppi depurativi date le sue importanti proprietà.

Ma molte sono le erbe che danno una mano al nostro fegato e al nostro organismo: il carciofo, il cardo mariano, il limone, il sedano, la curcuma sono alcune tra le numerose piante che la medicina in giacca e cravatta ha studiato convalidandone le proprietà.

La cura depurativa di primavera. Che fare oggi? I campi sono pochi?

Effettivamente i tempi sono cambiati, ma c’è chi in veste moderna si occupa di “andare nei campi “ per prepararci prodotti depurativi sfruttando le sinergie tra piante e aiutarci in questo periodo dell’anno ad eliminare tossine e rimetterci in forma.

10409653_1485244845026709_69857580871042405_n

Fondamentale è bere acqua a sufficienza e cominciare ad attivare la fisiologia del corpo umano: basta anche una semplice mezzora di camminata ogni 2 giorni!

Ovviamente ci sono anche strumenti che ti aiutano: io consiglio BabyWellBh che a livello linfatico è la svolta!

Annunci
Pubblicato in: Bellezza, Benessere, Guida, My Blog, Nozioni di Fisiologia

Bellezza: l’innovazione che aspettavi è BabyBeautyBh® (F.A.Q.)

Che cos’è BabyBeautyBh®?

È la novità tecnologica assoluta per i trattamenti estetici capace di contrastare gli inestetismi di cellulite e adiposità localizzate.

beauty

È il primo dispositivo indossabile che può essere usato in qualsiasi momento della giornata.

Che cosa significa indossabile?

Il segnale è trasmesso tramite degli indumenti conduttivi (leggins, pantaloncini, gambaletti) di cotone e fibre d’argento che si indossano come un altro qualsiasi capo di abbigliamento.
Il dispositivo (di dimensioni più piccole di quelle di un cellulare) viene indossato alla cinta e collegato agli indumenti conduttivi mediante fili che si agganciano tramite semplici bottoni automatici).
Una volta indossato l’indumento è possibile effettuare contestualmente al trattamento tutte le attività desiderate: dalle pulizie in casa alla corsa al parco, dai giochi con i propri figli alle mattinate in ufficio.

babywell06

Come vuoi. Quando vuoi. Dove vuoi.

Quali sono gli effetti dell’utilizzo del BabyBeautyBh®?

✔ Abbatte la cellulite e le adiposità localizzate;
✔ Controllo del Peso, dimagrimento e ridefinizione della Silhouette;
Rassoda e tonifica;
✔ Abbatte le tensioni muscolari da affaticamento, stress, errata postura;
✔ Rimuove la stanchezza, il gonfiore e i dolori alle gambe dovuti alla stasi microcircolatoria;
✔ Fa scomparire le rughe d’espressione e i segni del tempo;

Come funziona?

BabyBeautyBh® emette particolari e specifiche microcorrenti che intervengono sulle cellule (adipose, quelle coinvolte nella produzione di collagene ecc..), promuovono il microcircolo e stimolano il sistema muscolare.

Stimola interamente il sistema fisiologico.

Come riesce ad eliminare cellulite e adiposità localizzate?

BabyBeautyBh® promuove il metabolismo cellulare e soprattutto quello del tessuto adiposo promuovendo il consumo degli acidi grassi. Inoltre sostenendo il microcircolo ed effettuando un’azione drenante, elimina i liquidi in eccesso accumulati nelle zone interessate dall’inestetismo.

Anche un lavoro muscolare intenso promuove il consumo degli acidi grassi. Perché BabyBeautyBh® è più efficiente?

Gli acidi grassi utilizzati a scopo energetico dal muscolo provengono da due fonti:

  1. dal grasso intramuscolare;
  2. dal sangue che apporta gli acidi grassi derivanti anch’essi dalla nutrizione e dalla lipolisi del tessuto adiposo indotta dagli ormoni che agiscono sui depositi di grasso tramite la circolazione Sanguigna.

Lo smaltimento degli acidi grassi prodotto dall’attività fisica può solo riguardare il grasso intramuscolare e non il grasso sottocutaneo del tessuto adiposo sovrastante l’area muscolare allenata. BabyBeautyBh® permette l’irrorazione sanguigna anche del grasso sovrastante il muscolo, che è avvolto dagli accessori conduttivi (es. addome-coscia-ginocchio-piede con i leggings), quindi rende disponibile anche questo e ne permette l’eliminazione.

babywell01

Anche l’attività fisica promuove un innalzamento del metabolismo. Perché BabyBeautyBh® è più efficiente?

L’attività fisica stimola il lavoro muscolare migliorandone il tono (muscoli “sodi”),  dall’altro le microcorrenti (energia attiva emessa dal BabyBeautyBh®) agiscono direttamente sulle fibre muscolari permettendo l’allungamento delle fibrille
contribuendo alla perfetta funzionalità del muscolo. L’ attività fisica influenza il metabolismo solamente in quanto fa aumentare la massa muscolare.

BabyBeautyBh® agisce direttamente sul metabolismo del tessuto adiposo.
Provoca infatti uno spostamento ionico (questi spostamenti sono alla base dei processi biochimici ed energetici che si svolgono all’interno del nostro organismo) in grado di stimolare il metabolismo cellulare, variando la permeabilità di membrana, con un conseguente maggior consumo di ossigeno ed un incremento della circolazione locale.

Cosa sono le microcorrenti? Possono essere dannose per la salute se le utilizzo troppo spesso?

Le microcorrenti sono delle deboli correnti elettriche che possono essere assimilate alle correnti fisiologiche che il nostro corpo naturalmente produce: le interazioni fra le ossa dello scheletro, l’attività muscolare e quella nervosa, il flusso ematico e dei liquidi organici in genere, i processi di combustione del metabolismo, le funzioni ormonali e ogni altra sono tutte di origine elettrica (o per meglio dire elettromagnetica). Per muoverci, parlare e fare qualsiasi attività, noi produciamo bioelettricità. Da ciò possiamo dedurre che le microcorrenti emesse da BabyBeautyBh® sono totalmente sicure e biocompatibili.

Cosa si sente durante il trattamento? E’ doloroso?

Durante il trattamento si avverte come un formicolio nella zona dove è presente l’indumento conduttivo. Il trattamento non è assolutamente doloroso e l’intensità della microcorrente può essere regolata dall’utilizzatore in base alla sensibilità di chi lo indossa. Non causano alcun tipo di trauma, né dolore o fastidio.

Quando è consigliabile eseguire il BabyBeautyBh®?

Il trattamento con BabyBeautyBh® può essere eseguito in ogni momento della giornata. L’importante è accompagnare il trattamento con una moderata attività fisica (per moderata attività fisica valgono anche le faccende domestiche e non solo passeggiate all’aria aperta o esercizi fisici in palestra). Questo perché l’esercizio fisico amplifica l’effetto del trattamento di BabyBeautyBh®.

Quali sono i vantaggi di BabyBeautyBh® rispetto alle altre tecniche estetiche?

Il vantaggio di BabyBeautyBh® rispetto ad altri trattamenti quali la liposuzione o gli ultrasuoni è che non danneggia, distrugge o rimuove nessuna cellula del corpo. Non è cosa da sottovalutare in quanto le cellule adipose hanno un ruolo importante nel preservare le funzioni del sistema immunitario e metabolico. Sebbene eliminare il grasso in eccesso possa migliorare la salute, uccidere completamente le cellule può comportare effetti indesiderati. Inoltre, a differenza di altri trattamenti, non c’è alcun rischio, dolore o tempo di recupero e soprattutto è un trattamento domiciliare che può essere effettuato in ogni momento della giornata in modo da dare continuità ai trattamenti estetici professionali.

Quanto tempo è necessario affinché siano visibili i risultati?

I risultati sono visibili dai primi trattamenti: la pelle è subito più liscia (abbattimento effetto pelle a buccia di arancia), i muscoli sono subito tonici a partire dai glutei che appaiono più alti e definiti, inoltre si ha subito la sensazione di “gambe leggere”. Tra i vari passaggi obbligati per ottenere risultati rapidi valgono i soliti consigli sull’alimentazione povera di sale e grassi, eliminare gli insaccati, seguire uno stile di vita sano, fare movimento, stare all’aria aperta, portare indumenti comodi, evitare lo stress ecc..

Leggi anche:

Pubblicato in: Alimentazione, Bellezza, Benessere, My Blog, Nozioni di Fisiologia, Prevenzione, Sport

ACCELERARE IL METABOLISMO

Vuoi RIACQUISTARE IL TUO BENESSERE PSICO-FISICO?

In questo articolo ti spiegherò come migliorare il tuo stato di benessere contando anche sull’aiuto di strumenti funzionali come l’Active Wearable Technology. Imparerai l’importanza di alcuni piccoli accorgimenti e del lavoro muscolare .

Eccoci qua: si parte!

Quando si parla di metabolismo lento si possono aprire tanti spiragli in tematiche più o meno gravi: adiposità localizzate, cellulite, obesità sino a sfociare in quella che è la sindrome metabolica.

indice-massa-corporea

La riabilitazione per la Terapia dell’Obesità, associata alla sedentarietà, prevede la contemporanea riabilitazione motoria.

Senza un’adeguata attività motoria non è possibile gestire il peso corporeo nel lungo periodo.

Metabolismo e attività fisica: un rapporto complesso

Innanzitutto definiamo cos’è il METABOLISMO. Cercando su Google puoi trovare tante definizioni più o meno chiare; io ho scelto questa:

Metabolismo: Complesso di reazioni biochimiche di sintesi (anabolismo) e di degradazione (catabolismo), che si svolgono in ogni organismo vivente e che ne determinano l’accrescimento, il rinnovamento, il mantenimento.

Come puoi notare, quello del metabolismo è un argomento  articolato e ti invito a leggere questo articolo!

Poi possiamo distinguere il metabolismo basale e il metabolismo totale: il primo riguarda tutto ciò che serve ad un organismo per vivere, senza considerare l’energia impiegata nelle varie attività, che invece ritroviamo nel metabolismo totale.

Se andiamo ad analizzare un corpo quando è a riposo (metabolismo basale), possiamo notare che utilizza per produrre energia i cosiddetti “substrati ossidabili”, come glucosio e glicogeno.

In caso di attività fisica, invece, utilizza i depositi di acidi grassi contenuti nelle cellule adipose, è per questo che lo sforzo favorisce la perdita di tessuto adiposo.

Non solo: chi è sovrappeso o addirittura obeso e non pratica un’attività fisica regolare, va incontro a un calo del metabolismo basale e quindi a una perdita di massa magra, che viene sostituita da massa grassa, peggiorando la situazione.

download

L’esercizio fisico, oltre ad incrementare progressivamente il metabolismo a riposo (metabolismo basale), influenza anche la produzione di calore indotta dagli alimenti (metabolismo totale). Questo fenomeno, estremamente interessante sotto il profilo scientifico, è mediato da una serie di segnali ormonali specifici.

In particolare l’attività fisica regolare agisce direttamente sulla corticotropina (CRF), che induce una riduzione delle calorie introdotte e un aumento del consumo di energia che ha un’attività diametralmente opposta.

Con l’esercizio fisico, quindi, si favorisce la sintesi di CRF e si consumano più calorie.

La conferma pratica di queste osservazioni viene dalle Clinical Guidelines on The Identification, Evaluation and Treatment of Overweight and Obesity in Adults dei National Institutes of Health (NIH) di Bethesda, Maryland (USA), che si possono così riassumere:

L’aumento dell’attività fisica, da solo o in associazione a un trattamento dietetico, consente di creare un deficit nel bilancio calorico e quindi di favorire il calo di peso. In particolare, con l’attività fisica si può ottenere un calo del 2-3 per cento del peso e dell’indice di massa corporea; un’attività fisica regolare favorisce la ridistribuzione del grasso corporeo, facilitando la perdita del grasso intraddominale considerato particolarmente a rischio per la salute.

quanto-ti-vedi-grassa

Non esistono ancora studi che dimostrino che questo effetto sia indipendente dalla perdita di peso; l’attività fisica regolare nelle persone obese e in sovrappeso aumenta le prestazioni cardio-respiratorie indipendentemente dalla perdita di peso, con ripercussioni positive sulla qualità della vita e sull’umore del soggetto; l’attività fisica regolare rappresenta un fattore protettivo per le malattie cardiovascolari e il diabete, sia in termini di mortalità che di morbilità. In particolare, agisce abbassando la pressione arteriosa e i valori dei trigliceridi nel sangue, aumentando il colesterolo HDL e migliorando la tolleranza al glucosio. Tutti questi effetti sono indipendenti dal calo di peso. (tratto da http://www.cardiometabolica.org)

I ricercatori del Brigham and Women’s Hospital di Boston hanno recentemente osservato gli effetti di differenti tipologie di attività fisica sulla salute delle donne americane di età superiore ai 50 anni. Dai risultati è emerso che una passeggiata giornaliera a passo sostenuto per un totale di circa 2 ore e mezzo alla settimana, riduce il rischio di ictus e cardiopatie più della corsa e degli sforzi in palestra.

Attività fisica e Dopamina

L’attività motoria svolta ad intensità moderata consente modificazioni e benefici anche a livello neurologico. In un recente studio (Wang, Volkow et al., 2001 e 2003) è stato evidenziato, attraverso l’utilizzo della PET, che i soggetti obesi presentano una carenza di recettori della dopamina direttamente proporzionale all’indice di massa corporea: maggiore è il BMI, minore è il numero di recettori. Tale neurotrasmettitore, responsabile della sensazione di piacere e di soddisfazione, sembra avere un ruolo nella motivazione al cibo, collegato agli elementi emotivi e di controllo del comportamento alimentare, indipendentemente dalla regolazione del piacere.

La sovralimentazione dunque, potrebbe essere indotta, da un punto di vista fisiologico, anche dalla necessità di stimolare più intensamente tali circuiti del cervello. L’esercizio fisico, come da tempo è noto, è in grado di stimolare i circuiti dopaminergici: anche in tal senso risulta un ottimo “trattamento terapeutico”.

Il giovamento che si può trarre dall’attività motoria, dall’immagine corporea alla percezione di un sé unitario, dal dispendio calorico all’attività dopaminergica, fanno del movimento un elemento preziosissimo e indispensabile in quanto il corpo umano è funzionalmente costruito per muoversi, non per stare fermo.

113176

Ne consegue che, biologicamente e psicologicamente, una persona che sta bene, che vuole mantenere un buon stato di salute, che vuole gestire correttamente il peso corporeo, che vuole vivere uno stile di vita corretto e perseguire uno stato di benessere psicofisico, deve effettuare quotidianamente la giusta dose di movimento e/o attività fisica.

Attività fisica metabolica

La salute deve coincidere con il buon funzionamento metabolico che è la condizione essenziale per gestire il peso e lo stato di benessere.

Nutrirsi bene e muoversi rappresentano il farmaco di prima scelta che va prescritto e dosato tutte le volte in cui l’obiettivo è il dimagrimento.

L’attività motoria metabolica non è finalizzata soltanto ad aumentare il dispendio energetico e a favorire la perdita di massa grassa, ma anche ad aumentare l’efficienza metabolica andando ad adattare i consumi e a regolare i più fini meccanismi biologici per contrastare le malattie e le disfunzioni.

Un corpo efficiente si sa difendere dagli insulti esterni compresi gli eccessi calorici.

Siamo stati creati per correre e non possiamo fermarci. La sedentarietà fisica diventa mentale e quindi metabolica. Un rallentamento metabolico porta alle disfunzioni che si traducono nelle malattie metaboliche e vascolari che viaggiano di pari passo all’obesità.

I benefici che il paziente ricava da un aumento dell’attività motoria così concepita e dal contrasto della naturale tendenza alla sedentarietà vanno ben oltre il semplice aumento della spesa energetica. Tutta la macchina uomo funzionerà meglio e il livello di benessere andrà aumentando costantemente.

Gli effetti sulla salute sono:

  • miglioramento della funzione cardio-respiratoria;
  • miglioramento del profilo lipidico;
  • riduzione dei valori pressori;
  • aumento della sensibilità insulinica;
  • miglioramento del controllo glicemico;
  • riduzione del rischio di tumore (es. colon e mammella);
  • miglioramento dello stato psicologico (aumento del tono dell’umore, dell’autostima, dell’autoconsiderazione, del benessere psichico, riduzione dello stress e della depressione);
  • protezione/accrescimento della massa magra a svantaggio di quella grassa inibizione dell’appetito (per effetto dopaminergico).

gal-home-ves2

Programma di riabilitazione metabolica motoria

  • Valutazione funzionale;
  • Valutazione osteoarticolare, respiratoria, cardiocircolatoria;
  • Programma motorio (tapis roulant) con carichi incrementali per un periodo di circa tre mesi con frequenza di 4 sedute settimanali;
  • Verifica obiettivi;
  • Valutazione funzionale finale;
  • BabyWellBh per accelerare il metabolismo.

Leggi anche:

Grazie per la lettura!

Buona navigazione!!!

Pubblicato in: Alimentazione, Bellezza, Benessere, Guida, My Blog, Nozioni di Fisiologia, Prevenzione

Non riesci a perdere peso e cerchi un metodo semplice e veloce per diminuire le tue circonferenze?

Tutto ciò di cui hai bisogno è aumentare il tuo metabolismo.

In questo articolo ti spiegherò cos’è il metabolismo e molti aspetti che lo riguardano!

Sei pronto? Goooooooooo

Il metabolismo è il complesso delle reazioni enzimatiche che avvengono all’interno della cellula.

Consente alla cellula di rifornirsi di energia necessaria per poi crescere e riprodursi.

Il metabolismo si divide in due insiemi di processi:

  • Catabolismo: è l’insieme delle reazioni di demolizione (ossidazione) di nutrienti forniti dall’esterno, comporta cioè la degradazione di molecole complesse in molecole più semplici.
  • Anabolismo: è l’insieme delle reazioni che portano alla formazione di materiale cellulare (crescita e riproduzione delle cellule), ovvero produce molecole complesse a partire da molecole più semplici.

metabolismo12

Il metabolismo ha lo scopo di estrarre ed elaborare l’energia racchiusa negli alimenti, per poi destinarla al soddisfacimento delle richieste energetiche e strutturali delle cellule. Un fine meccanismo di regolazione provvede ad equilibrare tutte queste reazioni metaboliche, in base all’effettiva disponibilità di nutrienti e alle richieste cellulari.

Le esigenze metaboliche, comunemente indicate come bisogni nutritivi sono in stretta relazione con il dispendio energetico quotidiano: tante più calorie vengono bruciate e tante più calorie devono essere introdotte.

Il metabolismo è la velocità con cui il nostro corpo brucia le calorie per soddisfare i suoi bisogni vitali da tale definizione ricaviamo che per accelerare il nostro metabolismo dobbiamo semplicemente aumentare i bisogni vitali del nostro corpo, incrementando il dispendio energetico.

Il dispendio energetico quotidiano è influenzato principalmente da tre fattori:

  • il metabolismo basale;
  • la termogenesi indotta dalla dieta (ADS);
  • l’attività fisica.

metabolismo

Il metabolismo basale è il dispendio minimo, necessario a mantenere le funzioni vitali e lo stato di veglia. Come riportato in figura, in un individuo sano e sedentario il metabolismo basale rappresenta circa il 60-75% del dispendio energetico totale.

L’incremento della massa magra e dell’esercizio fisico rappresenta un forte stimolo per le attività metaboliche. Più muscoli abbiamo e più calorie consumiamo nel corso della giornata, indipendentemente dall’età, dalla funzionalità tiroidea e dal livello di attività fisica. Il muscolo, infatti, è un tessuto vivo, in continuo rinnovamento e con richieste metaboliche nettamente superiori rispetto al tessuto adiposo (quasi dieci volte).

indice-massa-corporea

Aumentare il tono muscolare significa bruciare maggiori calorie durante l’attività fisica.

Correggere le abitudini facendo attività fisica permette al nostro metabolismo di aumentare notevolmente, questo permane anche per diverse ore dal termine dell’allenamento (fino a 12 ore dopo un’attività particolarmente intensa).

Per accelerare al massimo il metabolismo si consiglia di eseguire un’attività mista, caratterizzata cioè da un lavoro ad alta intensità, seguito da un’attività aerobica come camminare con un buon passo, correre, il ciclismo o il nuoto di durata.

triatlon

Gli esercizi di muscolazione aumentano anche il metabolismo basale grazie all’aumentata secrezione di ormoni anabolici e al conseguente accumulo di massa muscolare.

Le attività di resistenza accelerano notevolmente il metabolismo durante l’esercizio, mantenendolo elevato anche per 4-8 ore; hanno invece un effetto modesto sul metabolismo basale poiché tendono a lasciare invariate le masse muscolari.

L’associazione di queste tecniche di allenamento permette di aumentare notevolmente il metabolismo, costruendo muscoli ricchi di capillari e mitocondri.

In questo contesto risulta utile e molto funzionale l’impiego di BabyWellBh!

Spero di esserti stato utile!

Un saluto e buona navigazione!

Pubblicato in: Bellezza, Benessere, Guida, My Blog, Nozioni di Fisiologia

Modella il tuo corpo vinci la Cellulite

Quello di cui ti sto per parlare è un argomento che conosci sicuramente, direttamente o indirettamente. Questa problematica è da considerarsi a tutti gli effetti una patologia e può iniziare a tormentare molte donne già a partire dai 15 anni.

Spesso neanche le più giovani e snelle si salvano dall’inestetismo più odiato dalle donne: la cellulite!

In termini medici è più correttamente denominata pannicolopatia edemato-fibro-sclerotica o PEFS e indica una condizione alterata del tessuto sottocutaneo.

cellulite-copia.jpg

Nella lotta alla cellulite ci sono fattori da considerare grandi alleati per le donne: ad esempio un’alimentazione equilibrata, ricca in particolare di cibi drenanti e disintossicanti (frutta e verdura), bere molta acqua, fare attività fisica, soprattutto aerobica, evitare il fumo, gli alcolici

Tuttavia le diete dimagranti o l’attività aerobica non bastano per abbattere la problematica, nonostante ne vadano a migliorare la cura eliminando le adiposità e aiutando a drenare l’eccesso di liquidi tra gli adipociti che presentano la cellulite.

Tutti sanno come si presenta sul nostro corpo, ma non tutti sanno che la cellulite ha diversi stadi, dai primi segni a quelli più gravi.

perfect womans bum and legs

I primi due stadi della cellulite si manifestano all’interno dell’organismo come alterazione del microcircolo, aumento della permeabilità capillare e del volume degli adipociti a causa dello stoccare da parte di essi le riserve energetiche ovvero acidi grassi e trigliceridi, questo promuove anche ritenzione di liquidi, per poi esporsi esternamente come inestetismo compare la cosiddetta “pelle a buccia d’arancia” .

Già a partire dal secondo stadio però la pelle si manifesta più opaca e pastosa a tatto e si avverte la stanchezza degli arti inferiori.

Nel terzo stadio la pelle appare meno elastica e tonica, compaiono i primi cuscinetti che diventano sempre più voluminosi e iniziano i primi segni legati al dolore palpatorio a causa dell’infiammazione del pannicolo adiposo, della problematica micro circolatoria e dall’aggregazione degli adipociti.

L’ultimo stadio, il quarto, è caratterizzato dalla comparsa di noduli dolorosi a causa della diminuzione del flusso sanguigno e linfatico. I capillari dilatati aumentano ed appaiano gli ematomi che fanno si’ che la pelle in superficie si presenti come “pelle a materasso”, non più liscia ed omogenea.

Esiste un metodo che ti aiuti ad affrontare ed abbattere la problematica?

beauty3

La Talamonti Group srl ha sviluppato tecnologie indossabili da impiegare in totale sicurezza in qualsiasi momento della giornata che aiutano a risolvere questa problematica estetica che affligge una molteplice quantità di donne.

BabyBeautyBH, dispositivo innovativo del Sistema Integrato Novalinfa in grado di:

  • Abbattere la cellulite.
  • Ripristinare del corretto microcircolo
  • Migliorare il tono della cute
  • Ridurre il gonfiore dovuto a liquidi in eccesso
  • Ridurre i fastidi e la dolenzia
  • Incrementare il tono muscolare

Lasciamo giudicare a voi i risultati… Risultato ottenuto con 2 sedute!!!

Leggi anche:

 

 

 

Pubblicato in: Bellezza, Benessere, My Blog, Nozioni di Fisiologia

CELLULITE: la tecnologia è il tuo nuovo alleato domestico!

Sei una di quelle donne che vorrebbe combattere quei fastidiosi inestetismi, ma qualunque cosa tu faccia sembra essere inefficace?

In questo articolo ti spiegherò cos’è la cellulite e ti darò alcune dritte su come riuscire a combatterla!

Ti dico già che sarà un percorso lungo e graduale: la cellulite si comincia a formare con le prime mestruazioni e si consolida negli anni! Se pensi di poterla eliminare in poco tempo e senza dover sudare debbo darti una brutta notizia: non è così semplice, ma si può fare!

Sei pronta? Mettiti comoda che si parte!

La tua è buccia d’arancia?

perfect womans bum and legs

La riconosci perché..

La pelle è ancora tesa ed elastica ma provi spesso un senso di pesantezza alle gambe.

Caviglie, polpacci e cosce, soprattutto verso sera, tendono a gonfiarsi. Se premi la punta del dito in queste zone non senti male e l’impronta che si forma sparisce subito. La cellulite è agli esordi e puoi tenerla a bada facilmente.

La cellulite è democratica e colpisce tutte le donne.

I dati confermano: l’ 80 per cento delle donne lamenta problemi di buccia d’arancia.

cellulite-vs-normal-skin

Bisogna conoscerla:

forse non lo sai ma c’è cellulite e cellulite.

L’inestetismo viene classificato dai medici in stadi che spesso coincidono con la gravità del problema. Si tende a parlare di 3 stadi: ritenzione idrica, buccia d’arancia, pelle a materasso.

Vuoi scoprire la differenza? Semplice con un’analisi veloce a casa.

1. Ritenzione idrica: la pelle è ancora elastica ma provi spesso un senso di pesantezza alle gambe che tendono spesso a gonfiarsi. Se premi la zona con un dito non senti male. Questa è la cellulite ai suoi esordi, nessun problema puoi tranquillamente sconfiggerla.

2. Buccia d’Arancia: la riconosci perché la pelle non è bella regolare: sotto cute si sono formati dei nodulini di grasso imprigionati nel tessuto connettivo. L’aspetto è di una pelle un po’ bucherellata e le zone colpite sono fredde al tatto.

3. Pelle a materasso: La pelle non solo è irregolare ma noti anche dei veri e propri avvallamenti. Se ti pizzichi senti male, in più la parte resta bianca: è segno che la zona è infiammata e il tessuto è diventato fibroso. Questa è cellulite di vecchia data e si accompagna spesso da tessuto rilassato.

4. Nel quarto stadio, ahimè irreversibile, l’aspetto a materasso della cute è particolarmente accentuato a causa della formazione di noduli più voluminosi ed evidenti e dalla trazione effettuata delle fibre di collagene irrigidite che comprimono le terminazioni nervose, creando infossamenti nella cute e intaccando il sottocutaneo.

Ora che hai scoperto come sta la tua cellulite devi costruire la tua strategia, alimentazione equilibrata e cosmetici ad hoc per curarla.

20131024-strategia-seo-inbound-marketing

È vero che le diete non combattono la cellulite?

Vero. Si può dimagrire nel resto del corpo, ma le gambe rimangono grosse, perché il grasso in quella situazione, essendo inzuppato d’acqua, si comporta come una spugna bagnata. Non si riesce a bruciare una spugna bagnata, anche se la buttiamo tra le fiamme. Allo stesso modo, accade che quando il grasso trattiene tanta acqua, in particolare nella gambe, il nostro organismo, nonostante facciamo diete ferree e tanta ginnastica, non riesce a bruciare quel grasso.

Quali sono gli sport più efficaci contro la cellulite?

ragazza-muscoli-7

Camminare a passo sostenuto, nuotare, pedalare e tutti gli sport aerobici: l’importante è far lavorare i muscoli!

Qual è l’alimentazione adatta?

Mangiare i cibi giusti aiuta moltissimo a combattere la cellulite. Prima attenzione obbligatoria, diminuire la quantità di sale consumato: evitate gli alimenti che nascono già molto salati, come per esempio i salumi e le conserve, cibi particolarmente ricchi di calorie dolci, patatine, noccioline, snack vari. Nutrite il vostro corpo con una colazione adeguata, un pranzo dove prediligete carboidrati una cena dove consumate cibi proteici.

Le creme funzionano?

Sì, a patto che siate costanti. Creme, sieri e lozioni debbono diventare una buona abitudine quotidiana, tutto l’anno. Soprattutto nel primo stadio della cellulite (prevenire le evoluzioni … ): è quella che risponde meglio, e che, anzi, peggiora se trascurata. Al mattino scegli un fluido concentrato che si assorbe subito, mentre alla sera opta per la crema con principi a rilascio graduale, da stendere con un massaggio drenante.

Ricordate che sono molteplici le cause che conducono alla formazione della cellulite: dalla predisposizione genetica agli squilibri ormonali, giocano un ruolo importante la cattiva circolazione, un’alimentazione disordinata con un eccessivo consumo di sale, zuccheri e alcol, la sedentarietà, il fumo, lo stress e l’assunzione di alcuni farmaci come la pillola anticoncezionale.

Il tuo alleato per una totale indipendenza!

babywell0fly

Ti do una buona notizia: hai un grande amico, si chiama BabyWellBh®! Certo bisogna lavorare sodo e su più fronti abbinando il movimento, alimentazione e prodotti ad hoc, integratori alimentari e cosmetici, però i risultati arriveranno!

BabyWell Bh® è l’arma vincente per agire su più fronti: la correzione dello stile di vita gestendo un acceleratore del metabolismo, ti da quella motivazione grazie ai progressi che ti portano al modellamento corporeo, senza dimenticare l’uso di integratori specifici dalle proprietà drenanti riequilibranti del nostro pH.

Attenzione

Si fa presto a liquidare un cuscinetto su cosce, glutei o fianchi con il dito puntato contro: “è cellulite!”. Ma non sempre è così, bisogna non confondere la ciccia con la cellulite!

  • Colorito spento, pelle fredda, perdita di elasticità, presenza di capillari, buccia d’arancia sono caratteristici segni della cellulite.
  • Se la pelle è liscia e tonica e la sua la temperatura è normale, non c’è dolore al tatto e la buccia d’arancia è assente, si tratta di grasso.

IMPORTANTE!!!

La prima cosa che dobbiamo fare è aiutare l’organismo a ridurre l’accumulo adiposo: l’adipocita è un contenitore di riserve di energia e come tale va inteso! Basta pressoterapia e trattamenti che lo spremono momentaneamente e che dopo ¾ giorni lo fanno ritornare al punto di partenza!

Solo stimolando il processo di scioglimento dei grassi immagazzinati all’interno dell’adipocita se ne può ottenere lo svuotamento e la rieducazione del proprio volume.

adipociti

Ci vuole una strategia in grado di migliorare la circolazione venosa e linfatica, così i liquidi non ristagnano tra i tessuti causando antiestetici gonfiori.

La migliore strategia? BabyWell Bh®!!

Dal lavoro domestico del mattino, al camminare con passo sostenuto nel pomeriggio, tutti i giorni in totale indipendenza puoi prenderti cura di Te.

Avevi mai sentito parlare di BabyWell Bh®?

Potrebbe essere il tuo più grande amico nel percorso che ti porterà a piacerti di più! Impiegato in movimento e con un’alimentazione adeguata arricchita con principi attivi ad azione lipolitica riconosciuta e dimostrata, come la caffeina, o la l-tiroxina completa una ricetta che sta dando risultati a tante donne che erano nelle tue stesse condizioni.

download-2

Il trattamento va protratto fino al raggiungimento dell’obiettivo, con tempi che vanno da un minimo di 20 giorni, nei casi lievi al primo stadio, a tre (o più) mesi nelle situazioni più severe, compresi nei periodi premestruale (in pieno picco ormonale, impiegandolo più volte al giorno… favorite l’eliminazione dei liquidi).

BabyWell Bh®: combatti la cellulite e rimodella il tuo corpo!

cosa-fare-contro-la-cellulite_su_vertical_dyn

Uno stile di vita corretto, un regime alimentare bilanciato (pochi zuccheri raffinati e poco sale) bere almeno otto bicchieri di acqua al giorno ed un’attività fisica regolare – è fondamentale stimolare il processo di lipolisi, ovvero la scissione e lo smaltimento del grasso sottocutaneo, e favorire il riassorbimento dei liquidi interstiziali.

BabyWell Bh®: fai lavorare il tuoi corpo nel modo migliore!

Scegli la formula più adatta a te in totale libertà: BabyWell BH® + leggins conduttivo ti daranno subito una sensazione di leggerezza:

  • Potrai drenare facilmente i tuoi liquidi in eccesso;
  • Potrai far lavorare i tuoi muscoli affinché richiedano di essere nutriti dagli adipociti: libereranno acido grasso che, consumato dal muscolo, rappresenta la vera chiave per sconfiggere la cellulite e modellare il tuo corpo.

BabyWell Bh®: il massaggio ad hoc!

babywell06

Impiegare BabyWell Bh® significa andare oltre il linfodrenaggio: solo camminando riequilibri tutto il tuo corpo. Lo speciale leggins compressivo ti aiuta ad abbattere gonfiore e incrementa il tuo tono muscolare, e a diventare più forte.

BabyWell BH®:  la strategia che risolve!

I PRODOTTI

Alcalino 21Riequilibrare il pH del nostro corpo è il PRIMO PASSO per abbattere il sovrappeso, per non avere stanchezza fisica, per combattere la cellulite, per incrementare lo stato di benessere di lungo periodo.Dosaggio: mezzo misurino di polvere 2 volte al giorno dopo i pasti.

Dreno 21 – Grazie alla sua formula 50 gocce in 1 lt di acqua da consumare nella giornata per ottenere un effetto che si traduce in un grande risultato ovvero gambe non più pesanti e gonfie a fine giornata.

Risultato: Favorire il drenaggio dei liquidi in eccesso e avere sotto controllo il pH significa contrastare l’insorgere dell’effetto “pelle a buccia d’arancia”.

Pubblicato in: Bellezza, Benessere, Guida, My Blog, Nozioni di Fisiologia, Prevenzione, Riabilitazione

Diminuisci la stanchezza delle tue gambe grazie ad un sistema di compressione graduato!

Senti di avere le gambe stanche alla fine delle tue giornate? Ti piacerebbe migliorare la circolazione sanguigna e sentirti meglio?

In questo articolo ti parlerò di come puoi dare sollievo alle tue gambe con l’utilizzo di semplici indumenti compressivi!

Sei curiosa? Dai.. Cominciamo!

La calza con sistema di compressione graduata rappresenta uno dei migliori aiuti che si possono dare alle gambe che ogni giorno devono sopportare il tuo peso, specialmente in quelle giornate in cui rimani per molte ore in piedi. Si adattano senza alcun problema a qualsiasi tipo di scarpe e sono molto sottili e resistenti e ti offrono BENESSERE e RELAX.

gambaletto-compressivo

La compressione impedisce alle tue gambe di gonfiarsi e quindi di produrre sgradevoli fastidi.

Infatti oltre a rappresentare un supporto strutturale per il muscolo (favorendone la corretta postura), ha un effetto del massaggiante continuo che rilassa le tue gambe e i tuoi piedi. Svolge inoltre un importante funzione di “pompa supplementare” al cuore migliorando il ritorno venoso e linfatico permettendoti di ridurre dolori e gonfiori.

Questo è il motivo per cui risulta essere uno strumento più efficace per la terapia dell’insufficienza venosa.

10484754_10152108935620633_112107088_n-500x325

La compressione fisica è una metodica conservativa che, pur non producendo la guarigione dalle vene varicose, è certamente in grado di rallentarne l’aggravamento riducendo sintomi quali il senso di pesantezza, il gonfiore ed il dolore. Per produrre un effetto di guarigione è sufficiente abbinare l’effetto delle microcorrenti a quello della compressione: introduciamo il concetto di tecnologia indossabile.

In caso di patologia, l’utilizzo di una calza compressiva deve essere sempre prescritta dal Medico, che indicherà il tipo di calze necessarie (gambaletti, autoreggenti, collant o monocollant) e la Classe di Compressione necessaria al paziente.

In ambito preventivo gli indumenti compressivi non necessitano di Prescrizione Medica e sono spesso utilizzati per l’effetto riposante da chi passa parecchio tempo in piedi, o per prevenire trombosi e piede diabetico, o ancora per cellulite, dimagrimento e nella pratica sportiva.

L’uso regolare di una calza elastica terapeutica riduce del 60 % il rischio di sviluppare vene varicose delle gambe nei soggetti a rischio e presentano una azione terapeutica paragonabile a quella dei farmaci flebologici.

L’azione terapeutica della calza elastica è sfruttata anche nei di pazienti sottoposti ad intervento chirurgico per le varici o nei pazienti sottoposti a scleroterapia e può anche considerarsi la soluzione più indicata nei primi stadi della malattia. È inoltre un toccasana per le donne in gravidanza e nei pazienti per i quali la terapia chirurgica o la scleroterapia sono controindicate.

Il collant a compressione graduata aiuta le future mamme ad affrontare gli effetti ormonali della gravidanza ed il rischio aumentato di insorgenza di vene varicose.

pancione

Perché è bene usare un collant a compressione graduata durante la gravidanza?
. perché la gravidanza favorisce i problemi venosi al livello delle gambe
. perché gli ormoni della gravidanza provocano la diminuzione del tono vascolare, di conseguenza il sangue fa più fatica a risalire al cuore – dobbiamo intervenire con la contro-pressione graduale esercitata dalle calze compressive
. perché l’aumento di peso della futura mamma e la pressione del feto sulle vene del bacino provocano un aumento di pressione nelle gambe con conseguente gonfiore delle vene, superficiali e profonde, e presenza di capillari in evidenza

La compressione graduata migliora gli scambi intercellulari e combatte l’accumulo di adipe nel tessuto sottocutaneo per un’efficace prevenzione anticellulite su glutei e cosce.

Una particolarità dei capi compressivi è che sono così comodi che si possono usare anche a lavoro, in viaggio o facendo le pulizie di casa.

Sperando di esserti stato d’aiuto ti faccio i miei saluti!
Buona navigazione e se l’articolo ti è piaciuto non esitare a condividerlo!

GRAZIE

a presto!!!