Pubblicato in: Benessere, Considerazioni, Crescita Personale, My Blog, Network Marketing

CONOSCI I QUADRANTI DEL CASHFLOW?

Studia. Trova un lavoro sicuro. Lavora per 50 anni. Vai in pensione.

Questo è quello che è stato sempre insegnato ai nostri genitori, e che loro hanno tramandato a noi. Andare bene a scuola per trovare un lavoro stabile che ci dia un buono stipendio ogni mese, per vivere in serenità e senza rischi e poi godersi la vecchiaia.

Ma questo modello di vita è ancora valido nel 2017?

Purtroppo no. Con la crisi del mercato finanziario è andato in crisi anche il mercato del lavoro. La percentuale di laureati è aumentata, e questo è ottimo, ma allo stesso tempo la domanda di chi cerca lavoro è nettamente superiore alla reale offerta di lavoro, così che spesso molti rimangono disoccupati, e chi trova lavoro accetta anche uno stipendio molto basso pur di tenerselo.

Il modello sopra descritto è quello del DIPENDENTE, che lavora e viene pagato per le ore lavorate. Ha la sicurezza di uno stipendio fisso e non ha i rischi di un’impresa propria, ma deve sottostare ad uno o più capi.

Ma ci sono altri modi per guadagnare: si può infatti decidere di non avere un “capo” e di mettersi in proprio, da LAVORATORE AUTONOMO. In questa classe rientrano tutti i professionisti – come i medici, gli avvocati, gli architetti, gli idraulici, gli artisti, gli artigiani, etc. – che mettono a disposizione le proprie competenze specialistiche a fronte di una remunerazione. Qui rientrano anche i proprietari di piccole aziende, che le gestiscono di persona recandosi a lavoro ogni giorno. I guadagni possono essere alti o bassi, ma tali sono anche i rischi di apertura e gestione di una propria azienda. Non si hanno capi, ma non si riceve uno stipendio fisso ogni mese, e si guadagna solo se si porta avanti personalmente l’attività.

Questi due modelli rappresentano circa l’80% delle persone e sono facilmente accessibili a tutti. Ma attenzione: la ricchezza che producono, e di cui godono, equivale al solo 20% circa della ricchezza mondiale.

Ti stupisce?

Pensate alle persone ricche, a quelle veramente ricche: quelle cioè che godono di libertà finanziaria. La libertà di ottenere guadagni passivamente senza bisogno di lavorare. E non sto parlando solo di ricchi ereditieri che vivono scialaquando il proprio patrimonio; parlo di persone che hanno creato ASSETS, ovvero beni che generano ricchezza da soli e mi riferisco a due figure in particolare: quella del TITOLARE D’IMPRESA e quella dell’INVESTITORE.

Ecco: sono queste due figure che detengono l’80% circa della ricchezza mondiale, ma rappresentano solo il 20% degli individui.

A differenza del dipendente e del lavoratore autonomo, il titolare d’impresa e l’investitore non hanno bisogno di essere fisicamente presenti o di lavorare tutti i giorni perché la loro azienda produca fatturato. Il primo è il proprietario di società molto grandi con un alto numero di dipendenti e dirigenti che le portano avanti senza bisogno della sua presenza, e il secondo lascia che sia il denaro a lavorare per lui producendo altro denaro.

Entrambi godono della libertà finanziaria, e i guadagni prodotti dalle loro aziende o dal denaro investito sono davvero altissimi, dal momento che non dipendono dal lavoro fisico di una persona sola. Ma queste due categorie sono chiaramente inaccessibili ai più, per gli elevati capitali iniziali richiesti. Per questo la maggior parte della ricchezza mondiale è in mano a poche persone.

I dipendenti, i lavoratori autonomi, i titolari d’impresa e gli investitori formano le quattro categorie del cash flow, rappresentate in quattro quadranti con le prime due a sinistra e le seconde due a destra.

quadranti-del-cash-flow

Ai quadranti del cash-flow l’imprenditore e autore acclamato Robert Kiyosaki ha dedicato un intero libro, che consiglio vivamente a chi volesse approfondire l’argomento.

guida-liberta-finanziaria-1

È inevitabile che quando si parla di questo argomento capiti di sentirsi sminuiti e rassegnati, ma non deve essere così, perché qualora sentissi dentro di te una fiammella ardere intensamente con la convinzione che anche tu possa entrare a far parte della colonna di destra, devi solo trovare il modo di farlo!

E a questo punto non posso che consigliarti il Network Marketing!

Innanzitutto, il Networker (colui che fa network marketing) non necessita di investimenti iniziali né di competenze specifiche, quindi è decisamente accessibile a tutti e si posiziona dunque nella colonna di sinistra.

Il Networker è “capo di se stesso” ed avvia la propria piccola impresa, quindi inizialmente si posiziona come Lavoratore Autonomo. L’attività ha bisogno all’inizio della sua presenza e del suo lavoro per poter crescere, ma si può svolgere agevolmente sia a tempo pieno sia solo nel tempo libero.

Ma il NM offre un’opportunità in più: è uno dei rari settori in cui dai quadranti di sinistra si può passare ai tanto agognati quadranti di destra. Ed è l’unico che permette di farlo senza bisogno di alti investimenti iniziali.

Costruendo infatti la propria rete di consumatori-imprenditori, cioè di altri Networker che a loro volta creeranno le proprie reti, è possibile sviluppare un sistema distributivo capillare e solido che può crescere al punto di andare avanti autonomamente, senza bisogno della presenza e del lavoro del Networker stesso.

Arrivati a questo punto i guadagni saranno molto alti, senza contare gli incentivi e la tassazione agevolata; il Networker di successo godrà quindi di grandi risultati economici senza bisogno di lavorare tutti i giorni, e invece di uno stipendio o compenso otterrà una vera e propria rendita. In altre parole, la libertà finanziaria. E a quel punto sarà in grado di decidere se diventare anche un investitore per far fruttare con altro denaro la ricchezza ottenuta dalla sua rete di distribuzione.

Questo è uno dei motivi che mi ha spinto ad intraprendere questa attività affascinante.

Non tutti riescono a passare dai quadranti del lato sinistro a quelli del lato destro, ma certamente il NM offre a tutti la stessa opportunità a costo quasi zero. Sta ad ognuno di noi coglierla o meno.

E non è un caso che Robert Kiyosaki, che è divenuto milionario attraverso il mercato immobiliare e non ha mai fatto NM, considera quest’ultimo come il Business del 21° secolo: è l’unica attività accessibile a tutti che può portare alla libertà finanziaria, ed è inoltre basato sulla cooperazione e sulla condivisione, che sono alla base dello sviluppo della società contemporanea post-digitale.

business-21-secolo.jpg

E voi, in quale quadrante vi trovate? In quale vi vedete tra 5, 10, 30 anni? Rispondetemi nei commenti se vi fa piacere e fatemi sapere che ne pensate.

Ispirato da Luigi Baccaro

images (5)

 

Annunci
Pubblicato in: My Blog, Network Marketing, Storie di persone - Testimonial

Sei realmente soddisfatto della tua vita?

Ciao, mi chiamo Simone e ti do’ il benvenuto nel mio blog!

Questo è un articolo in cui ti racconterò la mia esperienza, in cui potresti trovare affinità con la tua situazione!

Rilassati e prenditi 5 minuti per riflettere.. Poi aggiungi un commento!

Come ti ho detto, mi chiamo Simone, classe 79 e come te ho subito la crisi che si è abbattuta nel nostro paese negli anni passati!

Sono una persona molto curiosa e mi piace saperne di più sulle cose che mi circondano, e per questo mi piace informarmi e studiare.

Ma torniamo alla crisi economica..

Ero dipendente da 13 di un’azienda che sembrava solida, con tanti dipendenti.. Poi però le cose sono cambiate in fretta: i clienti investirono sempre meno, il lavoro non era più abbastanza per tutti i dipendenti.

Arrivò la cassa integrazione: si lavorava meno, adattandosi ai lavori disponibili ed era richiesta la massima flessibilità anche in termini di orari!

Dovevi essere disponibile a fare di tutto, nei momenti in cui serve e dove serve ed io non mi sentivo affatto valorizzato.

Sapevo di valere molto di più e di essere sprecato in quella situazione!

Come immaginerai, sono stati momenti difficili ed in me stava nascendo un certo malessere. Lo stress crescente cominciò a sfociare anche sul piano fisico. con problemi di memoria e strane macchie cutanee.

Goccia dopo goccia, il vaso si riempì ed arrivò la goccia che lo fece traboccare.

Fu allora che decisi di prendere in mano la situazione!

Diedi le dimissioni, e dopo un periodo iniziale di assestamento soprattutto emotivo (la situazione mi aveva scosso molto) ebbe inizio la mia nuova vita!

Furono giorni difficili: mi trovavo per la prima volta fuori da quella che molti formatori chiamano zona di confort!!

IMG_20170807_100836

I mesi successivi cominciai a formarmi, a studiare e mi avvicinai per la prima volta al network marketing: fu una scuola formativa incredibile, ma ne parlerò in un altro articolo!

Poi la svolta!

Ebbi la fortuna di approcciare con un imprenditore, produttore di elettromedicali: stava lanciando un nuovo concetto di tecnologia indossabile!

Dopo aver provato su di me il dispositivo indossabile (pensa ad una tutina elettrica) verificandone efficacia, decisi di investire tempo ed un po’ di denaro: fu l’inizio di una passione per il benessere e della mia esperienza imprenditoriale che continua tutt’ora!

Un percorso di crescita continua che mi ha permesso di conoscere tanto a livello teorico e pratico, a livello professionale, commerciale, di salute, benessere, nutrizione, fisiologia, di ciò che ci circonda e di come funziona il mondo: da dipendente non ne percepisci nemmeno il 5%!

img_2122

Oggi alla mia attività ne ho affiancate altre 2:

  1. la costruzione di un’entrata slegata dal tempo, per garantirmi un futuro luminoso
  2. la partecipazione ad un progetto etico-culturale, di cui si parlerà molto, perché è importante che ognuno dia il suo contributo per avere un mondo migliore!

Nonostante le difficoltà posso affermare con un certo orgoglio di essere felice delle scelte fatte e per aver preso in mano la mia situazione.

Ovviamente non sono tutte rose e fiori, perché quando non hai qualcuno che ti dice cosa fare, devi essere bravo tu a gestirti e a raggiungere gli obiettivi, ma oggi posso gestire meglio il mio tempo ed avere uno stile di vita più in linea con i miei valori.

La crisi in realtà rappresenta la fine di un ciclo (di cui la vita è piena), e ci sono sempre state nell’arco della storia: sono periodi di cambiamento, in cui cambiano le abitudini, si estinguono alcuni lavori e ne nascono altri.

Io ho semplicemente creduto ed investito su di me, incrementando le mie competenze aggiornandole alla richiesta del mercato! Il bello è che quando entri nel vortice non ne esci più: l’appetito vien mangiando e la crescita è continua giorno dopo giorno!!!

E tu.. Come stai vivendo la tua vita?

  • Sei stressato dal tuo lavoro?
  • Hai tempo per te e per la tua famiglia?
  • Arrivi a fine mese senza problemi?

La società di oggi ci chiede sempre di più e se non prendiamo in mano la nostra vita rischiamo di non uscirne vivi!!

Il messaggio che voglio lasciarti è che sei in grado di superare tutte le difficoltà a cui la vita ci mette di fronte!

motivazione

Abbi fede e credi in te!

Lascia un commento!

Pubblicato in: Considerazioni, My Blog, Network Marketing, News

Passa il favore: ecco cos’è realmente il Network Marketing!

 

Ti è piaciuto il video?

Che emozioni ha suscitato in te?

Come succede nel film molti parlano di Network Marketing come di qualcosa utopistico.

Avrai sentito parlare spesso di sistemi di vendita alternativi e quello del Network Marketing è sicuramente uno di questi: è un sistema di distribuzione geniale!

“Passa il favore”

Proprio questo è il senso!

Immagina quel prodotto che hai a casa, di cui sei fortemente innamorato e di cui parli sempre ai tuoi amici perché ti ha dato dei benefici incredibili e vorresti che anche loro ne avessero. Ecco questo è il Network Marketing!

Quante volte hai fatto pubblicità ad una pizzeria che ti ha trattato bene e che offre una pizza buonissima? Ecco questo è il Network Marketing!

Ma quante volte la pizzeria o l’azienda che crea e distribuisce quel prodotto che ti piace tanto, ti hanno premiato?

Diversamente, l’azienda che sceglie di distribuire (non vendere!) i suoi prodotti in rete, appunto col network marketing, premia chi parla dei suoi prodotti e li condivide.

L’azienda potrà inoltre risparmiare tanti soldi da pubblicità e passaggi commerciali e per investire sulla ricerca, sulla qualità del prodotto e, come detto, sui clienti soddisfatti che ne parlano!

Come-funziona-il-network.jpg

Questa è un aspetto importante del Network Marketing:

non si parla di vendita di prodotti ma di condivisione!

Piramidale o non piramidale

Questo è un altro tema caldo! Conosci bene la differenza?

Un sistema è piramidale (e quindi illegale ai sensi della legge) quando crea guadagno sull’inserimento di persone, ossia ti fanno investire dei soldi all’inizio senza darti un prodotto vero: fai attenzione e stai alla larga da questi sistemi!

Diversamente, un azienda di Network Marketing non ti fa guadagnare nulla sull’iscrizione dei business partner, ma riesci a percepire qualcosa solo dalla movimentazione di prodotti, quindi dal fatturato!

Se fosse un sistema illegale credi che lo insegnerebbero nelle più prestigiose università d’Italia e del mondo?

Fatto importante è che i prodotti distribuiti con questo sistema sono di altissima qualità!

Ti faccio una domanda..

Se ci fosse un prodotto che ti aiutasse a risolvere un tuo problema, lo useresti?

Pensando alle persone che conosci e a cui vuoi bene, pensi che a loro non farebbe piacere avere la soluzione per alcuni dei loro problemi, o qualcosa che li aiuti a raggiungere i loro obiettivi?

E allora.. Perché non renderli partecipi e condividere con loro un prodotto che ha aiutato te e che può aiutare loro?

Il passaparola ha un potere fantastico! Oggi può aiutarti a creare qualcosa di importante per te e per la tua famiglia, serve solo impegno e lealtà: etica, altruismo e serietà sono i valori che completano il profilo del networker!

Lavoro o Business

lavoro-nel-turismo

Questa è la domanda da un milione di dollari!

Il Network Marketing ha moltissime sfaccettature e quindi dal modo in cui lo osservi e lo pratichi può cambiare drasticamente.

L’azienda si approccia al Network Marketing perché ha uno o più prodotti da distribuire.

In questo sistema di distribuzione, chi vuole lavorare vende il prodotto, chi vuole fare business lo condivide!

Nel primo caso si dedica tanto tempo al lavoro di vendita.

Se decidi di fare business, farai meno fatica ma non dovrai mollare, se inizialmente non avrai guadagni importanti!

Il segreto sta nel condividere il prodotto con gli altri ed insegnare loro a condividere il prodotto a loro volta: innescherai così il passaparola tra le tue conoscenze.

Proprio per questo tutto deve essere semplice, facile e pratico perché è importante duplicarsi, ossia far fare agli altri quello che fai tu.

Immagina di usare un prodotto di facile utilizzo, pratico e tremendamente efficace: condividilo con alcuni amici che sino a 1, 2, 3, 10 o 20 e sarai ricompensato dall’azienda (ovviamente più condivisioni fai, più trarrai vantaggi).

Lo step successivo è di insegnare alle persone a cui hai condiviso tu a fare la stessa cosa con gli altri.

Una volta mi dissero che il Network Marketing si riassume con tre F!!!

Fai – Fai fare – Fatto

Cosa ne pensi? Dammi un tuo parere!

Pubblicato in: Considerazioni, My Blog, Network Marketing

La realtà che cambia: il mondo del lavoro!

Sei alla ricerca di un lavoro “decente” ma non riesci a trovare nulla?

Tranquillo è ciò che sta succedendo da anni a milioni di persone!!

Si tende a dire che non c’è lavoro, che la crisi ha fatto perdere milioni di posti di lavoro.. ed è vero.. in parte!

La verità è che siamo in continua evoluzione, e mi riferisco a tutto: cambiamo noi, cambia  la società, cambia la tecnologia, cambia il cibo, e quindi anche il lavoro!

Molti lavori, che 20 anni fa andavano forte in Italia, oggi non esistono più e nei prossimi anni ne scompariranno tanti altri!

Pensa al lavoro in fabbrica: l’industria italiana era la numero uno al mondo. Poi sono nate altre realtà, il mercato è cambiato, i costi sono cambiati e quella che prima era una potenza mondiale, oggi non è più competitiva per una serie di motivi!!

Ma questo non significa che non c’è più lavoro: nel momento in certi lavori scompaiono, ne nascono altri!

4-cerco_lavoro.jpg

Non dimentichiamo mai che l’italiano è il numero 1 in quanto a creatività e comunicazione!

La differenza la fa l’atteggiamento ed il grado di adattarsi e trasformarsi delle persone!

Stai cercando il lavoro dei tuoi sogni ma non riesci a trovarlo. Cosa fai?

Mi vengono in mente 2 soluzioni

  1. Continuare a cercare esclusivamente quello che voglio, rischiando di aspettare senza fare nulla per diverso tempo;
  2. Continuo a cercare quello che voglio, ma nel frattempo mi metto alla prova adattandomi ad altre realtà, riuscendo a provvedere al mio sostentamento e crescendo professionalmente e come persona!

Io 4 anni fa ho deciso di rinunciare ad un contratto a tempo indeterminato per un lavoro che non mi gratificava più, mi sono messo a studiare, ed oggi VIVO molto meglio!

Lavoro-Messaggio-Cei-frontiera-dell-evangelizzazione-ed-emergenza-nazionale_articleimage

Nel mio caso è stato importantissimo a livello formativo il periodo in cui mi sono avvicinato ad un’attività come il network marketing: ritengo molto più utile e costruttivo per chi si avvicina al mondo del lavoro fare 6 mesi di esperienza in questo mondo, anziché fare 6 mesi di stage nelle aziende a fare fotocopie!

Il quel periodo mi sono formato ed ho maturato esperienza sul campo: ciò mi ha permesso di sviluppare una mentalità diversa, e di crearmi un lavoro da piccolo imprenditore!

Purtroppo va detto che in italia siamo molto indietro sotto molti aspetti e questo ci frena per tantissime possibilità!

Il posto fisso la fa da padrona e si ha bisogno di una sicurezza finanziaria!

Ma è realmente così?

Se analizziamo questi aspetti possiamo notare che somiglia molto ad una moderna schiavitù, in cui molti soffocano i propri talenti pur di avere 1000€ sicuri, rinunciando ad uno stile di vita appagante e a redditi ben più soddisfacenti: il tempo per se e per la famiglia è sempre meno, stress in continuo aumento, salute sempre più compromessa..

Fermati a pensare un momento: TU lavori per vivere o vivi per lavorare?

lavoro-nel-turismo

Sei soddisfatto della tua vita o senti di avere potenzialità inespresse e ti senti sprecato?

Se sei soddisfatto continua a fare quello che stai facendo!

Ma se così non fosse, continuando a fare le stesse cose otterrai sempre gli stessi risultati!

Ricordati che hai potenzialità incredibili e che stai solo aspettando un momento che non arriverà mai per tirarle fuori!

Prendi in mano la tua vita ORA e diventa il vero padrone di te stesso e della tua vita!

Cosa ne pensi? Dimmi la tua!